Gruppo di Arcisate

Anno di Fondazione 1932

Anno di Rifondazione 1962

Capigruppo

1932-1936 Cap. Parnigoni Ambrogio
1937-1939 Pasetti Antonio
1962-1967 Ten. Balliano Roberto
1968-1973 Cav. V.V. Neri Giovanni
1973-1984 Tonoli Ernesto
1984-1996 Brusa Pasquè Luciano
1997-2007 Barbieri Giuseppe
2008 a oggi Brunello Graziano

Forza a 31 dicembre 2019

Soci Alpini 48
Soci aggregati 22

Un Gruppo di Alpini di Arcisate, nell’anno 1931, pensò di costituire il locale Gruppo Alpini che iniziò l’attività nel 1932. Sciolto alla vigilia della seconda guerra mondiale, è stato rifondato nel 1962 da alcuni volonterosi – tra costoro è tuttora attivo in seno al Gruppo l’alpino Gianni Sardella.

Il Gruppo è cresciuto nel corso degli anni ed è rimasto sempre vitale, soprattutto grazie al forte legame di amicizia tra gli iscritti e per la continua scelta di solidarietà verso associazioni e persone in difficoltà (con particolare riguardo all’Istituto dei Piccoli di Padre Beccaro e alla Casa del Cottolengo di Varese), quindi a sostegno delle opere di restauro della Chiesa di S. Francesco da Paola, detta del Lazzaretto. 

Successivamente, il Gruppo si è preso cura della Grotta di Lourdes posta nelle vicinanze della Basilica di S. Vittore; questa Grotta fu eretta nei primi anni del Novecento e ospita una croce lignea offerta dai Reduci della Guerra d’Africa al ritorno in Patria. Questa croce, inevitabilmente deteriorata dal passare degli anni, è stata ripristinata dagli Alpini, così come tutta l’area circostante, con un paziente lavoro di recupero e con la posa di una recinzione che ha salvaguardato questo luogo sacro da possibili vandalismi.

Nel 1998 l’amministrazione comunale concesse al Gruppo di metter mano all’area adiacente il Parco Lagozza, sino a quel momento praticamente abbandonata, per realizzare un’area per le feste che nel paese mancava da sempre. Dopo otto anni di lavoro, anche grazie alla continua cooperazione con l’amministrazione comunale e col Rotary Club Varese Ceresio, il Gruppo ha completato il lungo e faticoso lavoro di creazione di un’area feste moderna e funzionale e, in data 8 ottobre 2006, ha inaugurato la sua nuova sede, intitolata alla memoria di Peppino Prisco, Ufficiale della Julia durante la campagna di Russia e Medaglia d’Argento al V.M., che riposa nel cimitero di Arcisate, suo paese adottivo.

Al centro di Piazza De Gasperi sorge il monumento ai Caduti opera dello scultore Dresler di Milano che fu inaugurato il 15 agosto 1921. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, il monumento fu requisito per destinare il bronzo a scopi bellici, dopo averne realizzato un calco in gesso.

Il monumento, successivamente rifuso, fu nuovamente inaugurato il 24 aprile 1950. Si tratta di uno dei pochissimi monumenti dedicati ai Caduti che rappresenta un Alpino.

Il nostro ricordo è costantemente dedicato ai Capi Gruppo ed agli Alpini “andati avanti” e specialmente alla nostra Madrina Irene Marzoli, che ne ha raggiunto la schiera dopo una vita spesa in gran parte a sostegno delle attività del Gruppo.

Scroll to Top