Gruppo Alpini di Malnate

Alpini n. 68 - aggregati n. 39

 sede di malnate

Risalire alle origini del nostro Gruppo non è stata impresa facile: infatti la documentazione in nostro possesso è molto scarsa. A questa lacuna possiamo tuttavia supplire con la testimonianza diretta di alcuni Soci fondatori che raccontano come, nel 1947, un gruppo di Reduci della 1a e 2a guerra mondiale decise la fondazione del “Gruppo”; tra loro possiamo citare: Ambrogio Malnati, Ettore Calcaterra, Emilio Patrini, Alberto Croci, Lino Malinverno, Gelindo Quargentan. A conferma della data di costituzione, siamo riusciti a ritrovare la prima tessera riportante il bollino associativo dell’anno 1947 e, da quella data, il Gruppo fu intitolato all’Alpino malnatese, combattente e partigiano, Brusa Giuseppe, fucilato nel 1944. Le prime riunioni del Gruppo si tennero presso i locali del “Bar Alpino” di proprietà del Calcaterra e, negli anni immediatamente successivi alla sua costituzione, partecipò attivamente alle manifestazioni organizzate dalle realtà sociali già MALNATE Anno di Fondazione 1947 esistenti in paese, e nell’anno 1955 organizzò, per la prima volta “in proprio” presso l’Oratorio maschile, la commemorazione della battaglia dell’Ortigara con la partecipazione di cori alpini, ed il ricavato fu devoluto all’Istituto dei mutilatini, fondato da Don Gnocchi.

Dalla fine degli anni ’70 comincia l’attività vera e propria del Gruppo con una serie di manifestazioni alcune delle quali sono diventate consuetudini, come l’incontro per gli auguri natalizi con gli anziani ospiti della casa di riposo “Fondazione Don Carlo Gnocchi”, e quello con i partecipanti alla S. Messa della notte di Natale, con la distribuzione di vin-brulé e panettone, sul sagrato delle chiese di Malnate e Gurone.

Forze nuove, con l’iscrizione di parecchi giovani, portano all’interno del Gruppo una serie di iniziative che permettono di farci conoscere e maggiormente apprezzare non solo sul territorio, ma anche al di fuori dei confi ni comunali. Attraverso l’organizzazione di varie “serate alpine” si raccolgono fondi per dare il via a parecchie iniziative nel campo sociale, come la donazione di due carrozzelle ad altrettanti disabili, il sostegno fi nanziario a Suore malnatesi missionarie in terra d’Africa, l’adozione a distanza di bambini orfani e bisognosi, ilcontributo al restauro del campanile della chiesa parrocchiale e, più in generale, l’adesione alle proposte della Sezione di Varese oltre che della Sede Nazionale.

La partecipazione di alcuni Soci ai cantieri di lavoro per il terremoto del Friuli nel 1976, dà il via al nostro aiuto non solo fi nanziario ma anche materiale, in termini di mano d’opera. Si interviene quindi

• nella sistemazione dei lavatoi comunali,

• nella costruzione della sede dell’associazione malnatese per diversamente abili “La Finestra”, • nella sistemazione dei cordoli presso la sede dell’S.O.S. Malnate,

• nella ristrutturazione di due cappelle votive in via Rimembranze, • nei lavori di pavimentazione presso la sede della Banda cittadina, • nella sistemazione della grotta della Madonna di Lourdes che fiacheggia la chiesa parrocchiale, 

• nella costruzione di un ponte di legno sul torrente “Fugascè” (denominato Ponte degli Alpini),

• oltre a diversi altri interventi di recupero ambientale sul territorio.

Non manca la partecipazione di alcuni Soci all’Unità Sezionale di Protezione Civile e quindi, grazie a loro, il Gruppo è presente nelle numerose emergenze nazionali ed anche all’estero. Il sogno di tutti i Gruppi Alpini, e cioè la costruzione della “Sede”, si MALNATE realizza nel 1988, quando numerosi Alpini ed Amici iniziano il recupero di un prefabbricato usato a Tarcento dai terremotati del Friuli.interno casetta

Dopo un anno di intenso lavoro, nel maggio del 1989, la nuova Sede, accogliente e funzionale, viene inaugurata alla presenza di numerose Autorità civili e militari, tra cui l’allora Presidente Nazionale dott. Leonardo Caprioli, e l’allora Comandante del IV° Corpo d’Armata Alpino Gen. Giuseppe Rizzo.

Dedicata all’Artigliere Alpino Tomaso Butti, benemerito del Gruppo, la Sede è punto d’incontro settimanale per i numerosi Soci ed Amici, che la frequentano in sana amicizia, rendendola base di partenza per una sempre più solidale presenza sul territorio. A coronamento della sua intensa attività e per il suo fattivo e costante impegno nel campo sociale ed umanitario, al Gruppo è stato assegnato, nell’anno 2005, l’ambito premio “Ponte d’Oro”, il più alto riconoscimento conferito dall’Amministrazione comunale malnatese. 

 

Da dove provengono i visitatori del sito dell'Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Varese? EccoVi la mappa in tempo reale ed in continuo incremento!. I bollini rossi segnalano le zone di accesso. Buona navigazione!

© Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Varese - varese@ana.it - TEL / FAX. 0332 242 438.notizie sul lavoro